carmelonicotra.com

Visual artist

© 2017 by Salvatore Sorrentino

ABOUT

Carmelo Nicotra nasce ad Agrigento nel 1983, vive e lavora a Favara (AG).

Nel corso della sua esperienza di ricerca, l’artista ha individuato una precisa linea di indagine che parte dall’osservazione per arrivare alla registrazione e archiviazione delle dinamiche (sociali e politiche) che regolano la comunità in cui è cresciuto. In particolare, la sua attenzione si concentra sullo studio dei rapporti tra uomo e territorio, inteso come “luogo architettonico, sociale e antropologico”.

Con l’intento di scrivere una sorta di storia visiva della Favara contemporanea, attenta al dato estetico quanto a quello contenutistico, la ricerca artistica di Carmelo Nicotra sperimenta più mezzi (pittura, scultura, installazione, disegno, audio, video e graphic design) e si estende fino a includere lo studio della lingua (il dialetto del posto), delle tradizioni locali, del patrimonio orale, delle usanze e credenze popolari. Allo stesso tempo, la sua produzione mostra un nitido interesse nei confronti della cronaca quotidiana (ad esempio, rispetto ai mutamenti sociali e architettonici di un contesto urbano), indagata con un approccio quasi scientifico, e trasferita con un linguaggio che alterna immediatezza comunicativa e poetica concettuale.

Carmelo Nicotra was born 1983 in Agrigento, lives and works in Favara (AG), IT.

During his research experience, the artist has identified a specific line of inquiry that starts from observation in order to reach a recording and archiving of dynamics (social and political) that govern the community in which he grew up. In particular, his focus is on the study of the relationship between man and territory, seen as “architectural, social and anthropological place”. Always attentive to both aesthetic and the content matters, the artistic research of Carmelo Nicotra experiences several media (painting, sculpture, installation, drawing, audio, video and graphic design), and it extends to include the study of language (the local dialect), local traditions, the oral heritage, customs and beliefs with the intention of writing a sort of visual history of contemporary Favara.
At the same time, his production shows a clear interest in daily news (for example, with respect to social and architectural changes to the urban context), investigated with an almost scientific approach, and transferred with a language that alternates
communicative immediacy and conceptual poetics.

 

Text by Alessandra Ferlito